Protesto di un assegno denunciato smarrito o rubato - Home Page UGMONOPOLI.IT - Il Sito dell'Ufficiale Giudiziario e degli Uffici Notificazioni Esecuzioni Protesti

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Protesto di un assegno denunciato smarrito o rubato

Pubblicato da Franco in PROTESTI · 22/6/2011 22:48:43

Quando si denuncia il furto o lo smarrimento di un assegno, si deve ugualmente procedere al protesto?

Il protesto di un assegno denunciato smarrito/rubato essendo previsto dalle vigenti disposizioni di Legge, risulta legittimo e deve essere effettuato per la tutela del portatore del titolo, ultimo giratario perfettamente conosciuto presso la Banca cui detto assegno è stato negoziato. Allo stesso, in questo particolare caso, perviene una copia conforme dell’assegno con il verbale di protesto. L’assegno originale (quale corpo del reato) con la copia del verbale di protesto e copia della denuncia consegnata alla banca, viene trasmessa alla competente PROCURA DELLA REPUBBLICA, a cura del pubblico ufficiale che ha elevato il protesto.
La Polizia Giudiziaria, in questo caso, provvede ad individuare il responsabile del furto o dell’illecito uso dell’assegno rinvenuto in seguito al denunciato smarrimento, partendo proprio da chi ha negoziato detto assegno, facilmente individuabile, atteso che, neppure la Banca trattaria, pagherebbe un assegno di un proprio cliente ad uno sconosciuto. Il protesto con la causale “ASSEGNO RUBATO/SMARRITO E CON FIRMA DI TRAENZA FALSA”, non comporta l’iscrizione alla CAI e la revoca dell’autorizzazione ad emettere assegni. Con ricorso all’Autorità Giudiziaria è possibile chiedere la sospensione della pubblicazione del protesto nel Bollettino dei Protesti.




Nessun commento

 
Torna ai contenuti | Torna al menu